Medico, filosofa, educatrice, neuropsichiatra infantile, pedagogista e scienziata italiana, è nota in tutto il mondo per avere elaborato un metodo educativo molto particolare che prende il suo nome e che è adottato in migliaia di scuole in tutto il mondo.
Ma come funziona il Metodo Montessori? Alla base della teoria di Maria Montessori si trova l’idea che lo spazio educativo debba essere creato a “misura di bambino”: sedie e tavoli delle dimensioni adatte a loro, piccoli, leggeri e facili da trasportare, mensole basse, alla loro altezza, dove possano prendere gli oggetti autonomamente e senza l’aiuto di un adulto.

Figlia di Alessandro, un impiegato di concetto originario di Ferrara, e di Renilde Stoppani (nipote dell’abate Antonio Stoppani), fu tra le prime donne in Italia a laurearsi alla facoltà di medicina.
Grazie alla madre e allo zio Antonio, naturalista e scienziato, ebbe costante sostegno alle sue idee innovative e alle sue scelte di vita (decisamente insolite per l’epoca!) che però contrastavano il conservatorismo del padre.
Studentessa volenterosa e molto capace, manifestò sin da subito un grande interesse per la scienza, in particolare per la matematica e la biologia che, durante la sua carriera universitaria, si manifestarono in un grandissimo interesse per la ricerca in laboratorio attraverso corsi di batteriologia e microscopia.

Una donna veramente eccezionale, di grande rilevanza sia in ambito italiano sia estero, che ha saputo sfidare le convenzioni dell’epoca grazie a tanto studio e a una grande caparbietà.

Maria è uno dei protagonisti del nostro libro “Il pestifero e il professore” (scritto da Guido Quarzo), dove si troverà, diciottenne, ad affiancare lo zio Antonio Stoppani alle prese con il piccolo Giannino, una vera peste! Un libro consigliato per grandi e piccoli, per chi vuole vivere una storia ricca di spunti e di avventura o per chi vuole conoscere più da vicino dei personaggi realmente esistiti e veramente ricchi di fascino!

Mai aiutare un bambino mentre sta svolgendo un compito nel quale sente di poter aver successo” Maria Montessori